Civile

Il post su Facebook con la pistola non è giusta causa di licenziamento

di Marisa Marraffino

Non è legittimo licenziare un dipendente perché ha pubblicato una propria fotografia su Facebook mentre impugna un’arma. Lo ha stabilito il Tribunale di Bergamo (giudice Lapenta) con la sentenza 684 del 14 settembre scorso, che ha accolto il ricorso del lavoratore e condannato la società a risarcire il danno. La pronuncia Per il giudice la condotta, pur rappresentando un utilizzo improprio del social network, non è così grave da «svilire drasticamente il rapporto fiduciario con il datore di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?