Civile

Infiltrazioni, il conduttore non può sospendere il canone

Francesco Machina Grifeo

Il conduttore non può sospendere o ridurre il versamento del canone di locazione di un immobile perché l’umidità e le infiltrazioni d’acqua non ne permetterebbero un adeguato godimento. Lo ha stabilito il Tribunale di Cassino, sentenza del 21 giugno 2016 n. 849, chiarendo che soltanto la totale inutilizzabilità del bene consente all’affittuario di ridurre o azzerare la controprestazione.    Il caso era quello di un immobile destinato ad attività di ristorazione che, a parere del conduttore, non era più ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?