Civile

Edilizia pubblica, il prezzo concordato tra Comune e costruttore non può aumentare

di Daniela Casciola

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Il prezzo dell'alloggio di edilizia residenziale pubblica è quello determinato in base all'accordo tra Comune e cooperativa edilizia e non può essere aumentato per tenere conto delle spese realmente sostenute nel corso della costruzione. Lo stabilisce la Corte di cassazione nella sentenza n. 18836, depositata ieri. I fatti - Nella vicenda all'esame dei giudici, la corte d'appello di Roma, adita dal pretendente all'assegnazione di un alloggio contro la cooperativa edilizia incaricata della costruzione, aveva escluso ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?