Civile

Niente deroga alle distanze per l’ascensore

di Luana Tagliolini

Se l’ascensore privato viene installato in un cortile di proprietà privata e la muratura perimetrale, a cui questa colonna si appoggia, non è comune, non si applica la disciplina anti-barriere architettoniche (legge 13/89), per cui non è ipotizzabile nessuna deroga alle distanze legali. Questo, in sintesi, il principio espresso dalla Corte di cassazione nella sentenza 13358/2016, che ha rigettato il ricorso del proprietario di un immobile che aveva realizzato un ascensore che si affacciava sul cortile di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?