Civile

Infedeltà coniugale senza addebito se la crisi c’era già

di Selene Pascasi

Per il coniuge infedele scatta l’addebito della separazione solo se il tradimento ha causato l’intollerabilità della prosecuzione della convivenza. La pronuncia di addebito, infatti, richiede un accertamento rigoroso del comportamento di entrambi i coniugi o dell’eventuale preesistenza di una crisi familiare già in corso. Lo afferma la Corte di appello di Milano, con la sentenza n. 1285 del 4 aprile 2016 (presidente Lo Cascio, relatore Troiani). La controversia - Il caso nasce dalla decisione di una donna di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?