Civile

Eredità, prelazione a limiti stretti

di Angelo Busani

La rinuncia al diritto di prelazione ereditaria è validamente effettuata da uno dei coeredi anche se sia riferita a un’alienazione che un altro dei coeredi abbia solo genericamente progettato; in altre parole, non occorre, affinchè la rinuncia alla prelazione ereditaria sia valida, che il coerede sia destinatario di una proposta di alienazione “specifica” (contenente cioè, principalmente, il nome dell’acquirente, l’oggetto dell’alienazione e il prezzo). Ne consegue che chi abbia espresso una rinuncia alla prelazione ereditaria in corrispondenza di una ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?