Civile

Cambio di religione senza addebito e affidamento dei figli all’altro coniuge

Francesco Machina Grifeo

Il mutamento di religione da parte del coniuge – in questo caso divenuto testimone di Geova – non può essere causa dell'addebito della separazione, neppure in un matrimonio concordatario, né tantomeno dell'affido esclusivo all'altro genitore. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con l'ordinanza 19 luglio 2016 n. 14728, rigettando il ricorso di una ex madre di due bambini. In primo grado, il tribunale di Pordenone aveva pronunciato la separazione personale dei coniugi disponendo l'affidamento condiviso dei figli, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?