Civile

Licenziabile il tossicodipendente in aspettativa che lascia la comunità

Francesco Machina Grifeo

Scatta il licenziamento per giustificato motivo soggettivo per il lavoratore tossicodipendente che, posto in aspettativa per seguire un percorso di riabilitazioni, abbandoni la comunità di recupero pur continuando a seguire una terapia presso una diversa struttura. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza n. 14621/2016, rigettando il ricorso di una dipendente di Poste italiane. La vicenda La donna nel gennaio 2009 aveva interrotto il programma riabilitativo, per il cui espletamento l'azienda le aveva concesso un'aspettativa ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?