Civile

Punto in comune è l'inosservanza dei termini

di Eugenio Sacchettini

Si noterà che in entrambe le sentenze in commento si viene a discutere di un'assunta responsabilità di un professionista non già per aver gestito male un'azione giudiziaria, ma per non averla neppure proposta, o rispettivamente suggerito di non proporla, entro il termine, rispettivamente di prescrizione o di decadenza. E allora si viene a ventilare quella che costituisce indubbiamente la fonte più frequente di responsabilità professionale, appunto l'inosservanza dei termini, più frequente proprio perché indiscutibile: è difficile, se non ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?