Civile

L'obbligo di diligenza scatta anche se l'incarico è atipico

di Eugenio Sacchettini

Due sentenze, (numeri 13007 e 13008 del 2016) pronunciate in contemporanea dalla terza sezione della Cassazione, sembrano dire «qui lo affermo e qui lo nego», da un lato viene ritenuta la responsabilità professionale per un parere carente e dall'altro è negata la medesima responsabilità per prestazione consimile; a ben guardare tuttavia i presupposti son diversi, almeno in base alle risultanze processuali delle due vicende trattate, anche se non può ignorarsi che possa venirsi a determinare nella prassi una criticità ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?