Civile

Simulazione opponibile al terzo non in buona fede

Francesco Machina Grifeo

La compravendita simulata è opponibile al terzo non ignaro del vizio dell'atto. Lo ha stabilito il Tribunale di L'Aquila con la sentenza n. 289 del 23 marzo 2016accogliendo il ricorso di una curatela fallimentare. L'articolo 1415 del codice civile, infatti, prevede che la simulazione non può essere opposta ai terzi di buona fede che hanno acquistato diritti dal simulato acquirente. Senonché, spiega la sentenza, nel caso affrontato gli elementi acquisiti provano che il terzo acquirente non era all'oscuro della ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?