Civile

Il fallimento può chiudere ma deve gestire i processi

di Sergio Locoratolo

Gli ultimi provvedimenti legislativi di riforma della legge fallimentare sembrano rispondere all’obiettivo prioritario di velocizzare la procedura concorsuale. Il decreto legge 59 del 2016(Dl banche, convertito di recente) e il decreto legge 83 del 2015(mini riforma della legge fallimentare) rispondono all’esigenza di rendere più efficiente e rapida l’attività del curatore e di ridurre la sua discrezionalità. In questa logica va letta la modifica dell’articolo 118 della legge fallimentare, dedicato alla chiusura della procedura, operata dal Dl 83 del 2015. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?