Civile

LAVORO E FORMAZIONE - Cassazione n. 12101_2016

Nel caso di licenziamento disciplinare per giustificato motivo oggettivo non spetta al lavoratore provare che ci sono posti liberi in azienda cui può essere adibito, ma compete all'imprenditore dimostrare l'improcedibilità di una riallocazione in mansioni equivalenti a quelle espletate. ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?