Civile

Le ultime decisioni della Cassazione su fallimento, azioni e immigrazione

di Patrizia Maciocchi

Deposito del 26 maggio ricco su ogni fronte. Sul versante civile è stato chiarito che se il trasferimento della sede all’estero è fittizio la dichiarazione di fallimento rientra nella competenza del giudice italiano. Chiarimenti, poi, in materia di investimenti in azioni e di iscrizioni ipotecarie. Riconosciuto al Comune il rimborso Iva per le spese sostenute per la seggiovia. La Cassazione penale, infine, ha chiarito che lo straniero che non si allontana dall’Italia a seguito di espulsione non rischia il carcere

Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?