Civile

Gli embrioni in eccesso non possono essere distrutti

di Giorgio Vaccaro

No alla restituzione degli embrioni “soprannumerari”: questo il principio di diritto affermato dal Tribunale di Roma (decreto del 6 marzo scorso, Sezione prima, giudice Galterio) che ha ritenuto di dover rigettare la domanda avanzata con ricorso d’urgenza, da una coppia di coniugi che, maturata nel 2003 la decisione di addivenire a un percorso di Pma (procreazione medicalmente assistita), avevano dato il consenso alla «fertilizzazione in vitro che aveva portato all’isolamento di 10 embrioni tre dei quali nell’ambito della fecondazione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?