Civile

La quota Inps dei crediti cartolarizzati recuperati non spetta solo ai suoi avvocati

di Paola Rossi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Ancora una volta gli avvocati dipendenti dell'Inps non ottengono ragione dalla Cassazione sulla propria pretesa remunerativa per l'attività, svolta con successo, di recupero dei crediti contributivi cartolarizzati. La Corte di cassazione con la sentenza n. 7296/16 , depositata ieri ha, infatti, respinto la pretesa secondo cui sarebbe interamente di spettanza dei legali dell'ente l'intera quota che l'Inps trattiene sugli importi recuperati che devolve al concessionario. La questione - Il trattamento economico dell'Avvocatura interna all'Inps non coincide ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?