Civile

Se il cane randagio morde chi sta facendo «footing» non c'è risarcimento

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Essere morsi da un cane randagio mentre si fa sport all'aperto non comporta il risarcimento del danno se l'aggressione avviene in un luogo lontano dal centro abitato dove non è esigibile la vigilanza degli enti tenuti alla repressione del fenomeno del randagismo. Questo è quanto emerge dalla sentenza del Tribunale di Cagliari 414/2016nella quale si precisa che il danno cagionato dai cani randagi è risarcibile alla stregua dei principi generali sulla responsabilità extracontrattuale, con la conseguenza che, anche in ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?