Civile

Bocciati i derivati troppo a favore dell’istituto di credito

di Aldo Angelo Dolmetta

Il Tribunale di Milano e quello di Roma mettono paletti all’utilizzo dei derivati, in particolar modo degli Interest Rate Swap (Irs), prodotti per cui, a scadenze date, in cui due contraenti (istituto di credito e cliente) pagano l’uno all’altro una somma di danaro calcolata sulla base di due diversi parametri (tasso fisso ed euribor a 3/6 mesi per esempio) e rapportata alla cifra stabilita nel contratto. Si tratta di strumenti connotati da un elevato tasso di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?