Civile

Per le sanzioni Consob non scatta il «favor rei»

di Patrizia Maciocchi

Solo la sanzione Consob particolarmente onerosa può essere paragonata a una “misura” penale e far scattare il principio del divieto del ne bis in idem affermato dalla Cedu con la sentenza Grande Stevens. Una pronuncia che non torna utile alla Banca e al funzionario che aveva sottoscritto un prospetto di quotazione senza evidenziare le criticità del sistema di controllo di una società da collocare in Borsa. Inutile per l’istituto di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?