Civile

Carte di credito, sentenza sui soldi spesi da ignoti

di Selene Pascasi

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Se il correntista disconosce le operazioni compiute con la carta di credito smarrita o sottratta, spetta all'emittente nei cui confronti sia stata proposta azione di rimborso, provare la tardività della denuncia o la sussistenza di dolo o colpa grave. A precisarlo, è il Tribunale di Firenze, con sentenza del 19 gennaio 2016 . Muove il caso, la decisione del titolare di una carta di credito di citare banca ed emittente, per ottenere il rimborso degli oltre trentamila euro spesi ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?