Civile

Vendita forzata: sussiste “aliud pro alio” se il decreto di trasferimento è nullo

di Mario Piselli

La diversità strutturale della vendita forzata rispetto a quella negoziale, nonché la mancanza di disciplina positiva e il carattere meramente dell'estensione dell'istituto alla vendita forzata sono ostative all'adozione in materia di una nozione lata dell'aliud pro alio. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza 1669 dello scorso 29 gennaio . Pertanto, la nullità del decreto di trasferimento è ravvisabile solo in ipotesi di radicale o sostanziale diversità della cosa oggetto della vendita, in cui, venendo effettivamente meno il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?