Civile

Condominio, l'accordo transattivo non tocca le parti in proprietà esclusiva

Francesco Machina Grifeo

L'aver espresso in assemblea condominiale il proprio voto sulla delibera di approvazione di un accordo transattivo mirante a salvaguardare il ballatoio costruito da un condomino, non blocca l'azione del singolo che resta comunque legittimato a fare valere i propri diritti. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, con la sentenza 8 febbraio 2016 n. 2444 , bocciando il ricorso del proprietario del balcone che invocava la cessata materia del contendere a seguito della partecipazione all'assemblea. Per la Suprema corte, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?