Civile

In condominio va comunicata la morosità relativa al singolo debito

di Claudio Belli

Le prime applicazioni pratiche dell’articolo 63 delle Disposizioni di attuazione del Codice civile – in forza del quale l’amministratore condominiale «è tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi» - sembrano confermare il principio secondo cui possono essere considerati morosi i condòmini che sono debitori delle sole quote relative allo specifico contratto stipulato tra condominio e creditore con esclusione, pertanto, delle complessive morosità condominiali gravanti sui singoli partecipanti. La recente ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?