Civile

Danni provocati dall'incapace maggiorenne: risponde il genitore convivente

di Patrizia Maciocchi

Per i danni provocati a terzi dal maggiorenne incapace di intendere e volere risponde il genitore che spontaneamente accetta di convivere con lui. La Cassazione (sentenza 1321 ) esclude che il generale dovere di solidarietà familiare che impone ai genitori la cura dei figli anche dopo la maggiore età, valga per il figlio maggiorenne infermo di mente e non interdetto. In tal caso, con lo scoccare dei 18 anni, il dovere di accudire il figlio e soprattutto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?