Civile

Sì al riconoscimento delle differenze retributive non contestate

Francesco Machina Grifeo

Può costare caro al datore di lavoro non presentarsi all'udienza in cui il dipendente chiede il pagamento delle differenze retributive per le diverse mansioni svolte. In assenza di contestazioni, infatti, il prospetto analitico delle spettanze presentato dal lavoratore assume valore probatorio. Lo ha stabilito il Tribunale di Bari, con la sentenza 22 ottobre 2015 n. 5501 , condannando una azienda della ristorazione a pagare 77mila euro ad una dipendente. Secondo il giudice le risultanze istruttorie acquisite, consistenti nella prova ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?