Civile

Contratto d'opera professionale, il termine non esclude il recesso libero del cliente

di Francesco Machina Grifeo

La previsione di un termine di durata all’interno di un contratto d'opera professionale «non esclude di per sé la facoltà di recesso ad nutum previsto a favore del cliente dal primo comma dell'articolo 2237 codice civile ». Si deve, infatti, sempre verificare, in concreto, e «in base al contenuto del regolamento negoziale se le parti abbiano inteso o meno vincolarsi in modo da escludere la possibilità di scioglimento del contratto prima della scadenza pattuita». È questo il principio di ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?