Civile

No al danno all'immagine se la responsabilità penale non è definitiva

Francesco Machina Grifeo

Non è consentito alle aziende mettere le mani avanti e chiedere una condanna al risarcimento del danno all'immagine perché alcuni dei propri dipendenti sono indagati dei reati che hanno avuto una vasta eco sui giornali. Lo ha stabilito il Tribunale di Milano, con la sentenza del 19 novembre scorso , respingendo la domanda di Eni s.p.a., e di una sua controllata, che a seguito dell'inchiesta condotta dalla Procura di Milano per corruzione in relazione ad attività svolte in Iraq ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?