Civile

Paga le spese processuali chi chiama in causa il terzo senza motivo

Francesco Machina Grifeo

La chiamata in giudizio dei terzi può rivelarsi un boomerang sotto il profilo delle spese processuali anche nel caso in cui si abbia ragione. La Corte d'Appello di Milano, sentenza 26 giugno 2015 n. 2818 , ha infatti condannato una società cooperativa a rimborsare le spese di lite sostenute dall'ex presidente e dall'ex amministratore delegato chiamati inutilmente in causa vista la «totale infondatezza» delle ragioni addotte dall'attore, un avvocato che chiedeva il pagamento di quasi 50mila euro per l'attività ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?