Civile

Sì al risarcimento maggiore in appello se l'attore non muta i confini del petitum

Giampaolo Piagnerelli

Nel giudizio di appello il risarcimento non patrimoniale accordato può superare la somma indicata nell’atto di citazione introduttivo del giudizio di primo grado. Secondo la sentenza della Cassazione n. 25341/2015 i giudici di seconde cure, infatti, hanno piena facoltà di rivedere nel quantum (e non certamente nell’an) l’ammontare del danno non patrimoniale. La vicenda. Alla base della decisione un sinistro stradale a seguito del quale un pedone aveva perso la vita. In una fase successiva l’evento la ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?