Civile

Tribunale per i minorenni, il consulente non risponde per la decisione dei giudici

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La decisione del Tribunale per i minorenni in ordine alla potestà sui figli minori è autonoma e indipendente rispetto alle conclusioni presentate dal consulente d'ufficio. Pertanto, l'esito sfavorevole di tale giudizio non può essere ricondotto al parere espresso dallo psicologo interpellato dai giudici, anche se si ritiene che costui abbia svolto la propria opera con negligenza affermando che il genitore è affetto da una sindrome non universalmente riconosciuta come patologia nel mondo scientifico. Questo è quanto chiarito dal Tribunale ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?