Civile

Quando il negozio richiede la forma scritta non è ammessa prova testimoniale

di Mario Piselli

Poiché i limiti di ammissibilità della prova testimoniale avente a oggetto l'esistenza di un negozio per il quale è richiesta la forma scritta ad substantiam, sono dettati da ragioni di ordine pubblico, l'inammissibilità della prova per contrasto con la norma che la vieta non è sanata dalla mancata tempestiva opposizione della parte interessata. Lo hanno stabilito i Supremi giudici con la sentenza n. 23934 depositata lo scorso 24 novembre. La conseguenza è che la relativa eccezione ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?