Civile

Inadempimento del preliminare di vendita, risoluzione alternativa al recesso

di Francesco Machina Grifeo

In caso di inadempimento di un preliminare di vendita immobiliare, la scelta tra l'azione di risoluzione del contratto, con richiesta di risarcimento del danno, e il recesso, con ritenzione della caparra confirmatoria, non ammette ripensamenti di convenienza. Dunque, seguendo l'antico brocardo latino: «Electa una via non datur recursus ad alteram». Lo ha chiarito la Corte di cassazione, sentenza 24337/2015 , bocciando il ricorso di un promissario acquirente che, in appello, aveva chiesto di mutare la richiesta di risarcimento, liquidata ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?