Civile

Il parto anonimo prevale sul diritto a conoscere le origini

di Giuseppe Buffone

Niente dichiarazione giudiziale di maternità nei confronti di una donna che al momento del parto ha dichiarato di voler rimanere anonima. Lo ha deciso il Tribunale di Milano (presidente Bichi, estensore Anna Cattaneo) con una pronuncia del 14 ottobre scorso sul tema molto controverso del diritto alla conoscenza delle origini. Il caso muoveva da una domanda di dichiarazione giudiziale di maternità (articolo 269 del Codice civile) promossa da una donna che, maggiorenne, era rimasta orfana del padre ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?