Civile

Telegramma in ritardo, Poste Italiane risarcisce il danno per la mancata assunzione

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

Se Poste Italiane recapita con ritardo un telegramma contenente una proposta lavorativa, il destinatario che per via di tale ritardo non può più accettare il lavoro ha diritto al risarcimento del danno, pari alla retribuzione che avrebbe percepito. Lo ha affermato la Corte d'appello di Roma con la sentenza 3220/2015 sottolineando che la natura contrattuale della responsabilità delle Poste sussiste anche nei confronti del destinatario. La vicenda - Questi i fatti. Una università aveva inviato a un signore, ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?