Civile

Incentivi per la produttività anche ai lavoratori a termine

Francesco Machina Grifeo

Nessuna discriminazione per i dipendenti a tempo determinato. Il salario incentivante, a meno di «ragioni obiettive», deve essere corrisposto anche a chi ha un contratto a termine. Con questa motivazione la Corte di cassazione, sentenza n. 23487/2015 , ha respinto il ricorso della Croce rossa italiana condannata a pagare 33.400 euro ciascuno ad alcuni «autisti barellieri» cui non aveva corrisposto il trattamento accessorio. La Suprema corte ricorda che l'accordo quadro sul lavoro a tempo determinato (Direttiva1999/70/CE) stabilisce che essi ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?