Civile

L'arbitro irrituale non può essere scelto dalla società

di Angelo Busani ed Elisabetta Smaniotto

È nulla, e quindi priva di effetto, la clausola compromissoria, contenuta nello statuto di una società, la quale non preveda che la nomina degli arbitri sia rimessa a un soggetto estraneo alla società stessa (com prescritto dall’articolo 34, comma 2, decreto legislativo 17 gennaio 2003, n. 5, la legge di riforma del diritto societario), e ciò anche qualora si tratti della rimessione della controversia a un arbitrato irrituale. È quanto ribadito dalla Corte di cassazione nella sentenza n. 22008 ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?