Civile

Promotori finanziari: la violazione di obblighi non esclude il concorso di colpa dell'investitore

di Mario Piselli

In tema di intermediazione mobiliare, la violazione da parte del promotore finanziario degli obblighi di comportamento che la legge pone a suo carico non esclude la configurabilità di un concorso di colpa dell'investitore, e la correlata proporzionale riduzione della responsabilità dell'intermediario autorizzato. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza n. 18612 del 2015 chiarendo che ciò può avvenire quando il comportamento del cliente presenti delle anomalie significative, ovvero questi, pur essendo perfettamente a conoscenza ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?