Civile

Vizi della cosa venduta, oneri e termini a carico dell'acquirente

Francesco Machina Grifeo

In materia di vizi della cosa venduta, l'onere della prova «dei difetti, delle conseguenze dannose e del nesso causale fra gli uni e le altre è a carico del compratore». Inoltre, una volta eccepita dal venditore la tardività della denuncia rispetto alla consegna della merce, è l'acquirente, trattandosi di condizione necessaria per l'esercizio dell'azione, che deve dimostrate di aver denunziato i vizi nel termine di legge (ex articolo 1495 c.c. ). Infine, la clausola “vista e piaciuta” ha lo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?