Civile

Linee telefoniche, va provato il danno per il ritardo nella riattivazione dell'utenza business

Francesco Machina Grifeo

Anche per una utenza business, il colpevole ritardo della compagnia telefonica nella riattivazione delle linee, non giustifica di per sé solo il risarcimento del danno. Lo ha stabilito Tribunale di Roma, con la sentenza 28 aprile 2015 n. 9170 , chiarendo che in assenza prove concrete nulla è dovuto neppure a titolo di danno «non patrimoniale» per il «disagio» subito. La società attrice, attiva nei mercati esteri, aveva stipulato un contratto per sei linee telefoniche. A seguito di una ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?