Civile

Assicurazione sulla vita, il contratto prevale sul testamento

di Andrea Alberto Moramarco

Q
D
DContenuto esclusivo QdL

La frase contenuta in un testamento olografo con cui il de cuius rende noto l'esistenza di una polizza sulla vita stipulata in favore di alcuni beneficiari espressamente indicati non ha natura di disposizione testamentaria, ma ha solamente un valore ricognitivo dell'esistenza dell'assicurazione sulla vita. Pertanto, se il de cuius ha successivamente modificato i nomi dei beneficiari della polizza, il capitale deve essere liquidato in favore di questi ultimi, in quanto l'obbligazione di pagamento gravante sull'assicuratore discende esclusivamente dal contratto ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?