Civile

Motivazione “specifica” per la compensazione delle spese di giudizio

Francesco Machina Grifeo

La norma che prevede la possibilità per il giudice di compensare le spese di giudizio, va intesa in senso elastico, esulando dunque da una tipizzazione a priori, ed aprendo ad una certa libertà di manovra del decidente, che però deve sempre trovare una giustificazione specifica legata al caso concreto e messa nero su bianco nella motivazioni. È uno dei passaggi contenuti nella sentenza del 20 marzo 2015 n. della Corte d'Appello di Milano . Il caso - La ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?