Civile

Il conduttore non risarcisce i danni dell'incendio doloso di ignoti

Francesco Machina Grifeo

Il conduttore non deve risarcire il proprietario del negozio se l'incendio che l'ha distrutto è il frutto di un'azione dolosa condotta da terzi. Lo ha deciso la Corte di cassazione, sentenza 19126/2015 , chiarendo che l'affittuario va esente da responsabilità anche se l'identità dell'autore rimane ignota. La vicenda - La Corte di appello Trieste, riformando la sentenza di primo grado, aveva invece stabilito che «essendo rimasta ignota la causa dell'incendio, la responsabilità doveva essere posta a carico del ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?