Civile

Frode Iva, va provata la consapevolezza

di Laura Ambrosi

In ipotesi di fatture soggettivamente inesistenti l'Amministrazione deve provare che il fornitore sia una cartiera - le “fabbriche “di fatture false - e che il cessionario abbia la consapevolezza di partecipare a una frode. In assenza di tali elementi la rettifica dell'Iva detratta è illegittima. A confermare questo principio è la Corte di Cassazione con la sentenza nr. 18642 depositata ieri. L'Agenzia emetteva un accertamento nei confronti di una società per il ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?