Civile

Riconosciuto il danno da tardiva diagnosi

di Alessandro Galimberti

La mancata o tardiva diagnosi di una patologia terminale - nonostante l’aggressività del morbo e l’ineluttabilità dell’esito - comporta la responsabilità medica del professionista e, per gli eredi, il diritto al ristoro del danno morale terminale patito dal loro congiunto. La Terza sezione civile della Cassazione torna ancora una volta sul conflittuale rapporto tra medico e paziente (sentenza 16993/2015 , depositata ieri) per ribadire il nesso di causalità istantaneo tra la non adeguata diagnosi e i ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?