Civile

Il principio dell'obbligatorietà della lingua italiana per gli atti processuali in senso proprio

a cura della Redazione Lex 24

Contenzioso tributario - Produzione di documenti redatti in lingua straniera - Nomina di un traduttore - Obbligo o discrezionalità del giudice - Condizioni - Omessa valutazione di documento prodotto in lingua straniera - Esclusione. Nel processo tributario, come in quello civile, la lingua italiana è obbligatoria per gli atti processuali in senso proprio e non anche per i documenti prodotti dalle parti, relativamente ai quali il giudice ha, pertanto, la facoltà, e non l'obbligo, di procedere alla nomina ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?