Civile

Separazione consensuale, no all'omologa se il coniuge cambia idea

Francesco Machina Grifeo

Se durante l'udienza presidenziale fissata per il tentativo di conciliazione uno dei coniugi revoca il proprio consenso, l'omologa alla separazione consensuale non può più essere pronunciata . Lo ha stabilito la Corte di appello di Catania, decreto 3 luglio 2015 , accogliendo il ricorso di una donna contro il provvedimento che certificava la fine del rapporto affettivo. Per la donna, infatti, in difetto di un consenso «validamente e compiutamente» prestato la separazione non poteva essere omologata. Al contrario, secondo ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?