Civile

Magistrati, trasferimento disciplinare senza funzioni direttive

Francesco Machina Grifeo

Il magistrato con funzioni direttive o semidirettive che nel corso di un procedimento disciplinare a suo carico viene trasferito con provvedimento cautelare non può essere assegnato ad analoghe mansioni organizzative. Lo ha stabilito la Corte di cassazione, sentenza 15478/2015 , chiarendo che nessun rilievo riveste il fatto che al momento della irrogazione della misura il giudice avesse già cambiato sede rispetto a quella in cui si erano svolti i fatti addebitatigli. Il caso - La vicenda riguardava un ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?