Civile

Il giudice rileva d'ufficio il difetto di rappresentanza del procuratore che ha concluso un contratto

di Mario Piselli

Le sezioni Unite della Cassazione, esaminando una vicenda che ha riguardato un complesso affaire avente a oggetto dei trasferimenti immobiliari, sono intervenute, con la sentenza 11377/2015, sulla questione se la deduzione di inefficacia del contratto concluso dal falsus procurator sia inquadrabile come eccezione in senso stretto, e come tale sollevabile soltanto da chi è falsamente rappresentato e nei limiti della fase iniziale del processo di primo grado, oppure costituisca un'eccezione in senso lato e, come tale, non solo rilevabile ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?