Civile

Valida la sentenza pronunciata anche se manca la data di deposito

di Mario Piselli

La sentenza pronunciata ai sensi dell’articolo 281-sexies del Cpc , integralmente letta in udienza e sottoscritta dal giudice con la sottoscrizione del verbale che la contiene, è da intendersi pubblicata e non può essere dichiarata nulla, anche se il cancelliere non abbia dato atto del deposito in cancelleria e non via abbia apposto la data e la firma immediatamente dopo l’udienza. È questo il principio espresso dai giudici della sezione III civile della Corte di cassazione con la ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?