Civile

Notifiche, il termine breve segue la prima

L’esiguità del valore della lite non può giustificare per sè sola la compensazione delle spese processuali da parte del giudice. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la sentenza 11301/15, depositata ieri, sottolineando che in tal modo la parte vittoriosa potrebbe subire un danno economico equiparabile a una sostanziale soccombenza nella lite. Se si avallasse una simile tesi, tra l’altro, si darebbe luogo a una lesione del diritto di agire in giudizio per la tutela dei propri diritti ...


Quotidiano del Diritto

Il Quotidiano del Diritto è il nuovo strumento di informazione e formazione professionale pensato per avvocati, notai, magistrati e giuristi di impresa.

Sei un nuovo cliente?

Per continuare a consultarlo in maniera gratuita* per quattro settimane attiva subito la promozione.

Attiva

* È possibile attivare la promozione una sola volta

Sei già in possesso di username e password?